CURIOSITA' MITI E LEGGENDE

Toronto nell’ombra: le leggende della metropolitana

Fantasmi e misteri nella metropolitana di Toronto

Leggende di Toronto e dintorni

Ogni città ha le sue qualità, e svariate sono le mete che ogni anno ci intrigano per viaggi da sogno. Ricorrenze, feste all’insegna del divertimento, shopping e…terrore! Si, perché come ogni medaglia conserva le sue due facce, così anche le metropoli del mondo hanno diverse storie da brivido da raccontare. Una di queste è di certo Toronto: non lasciatevi ingannare dai suoi profumati pancakes e dalle sconfinate bellezze naturali. La capitale dell’Ontario ha ben più di questo da dire. Scopriamo insieme le leggende della metropolitana di Toronto!

Le leggende metropolitane… nella metropolitana

Come ogni racconto dell’orrore che si rispetti, anche a Toronto esiste una leggenda fatta di sangue, morte e fantasmi spaventosi. Si narra che nel XVI secolo due clan indigeni della zona, gli Iroquois e i Hurons, si siano dati battaglia nella valle di Hoggs Hollow, e che il combattimento si sia concluso con un armistizio. Ciò accadde per dare la possibilità agli uomini di recuperare i loro compagni che avevano perso valorosamente la vita, oltre che i feriti sul campo. L’atmosfera, già cupa di per sé, si fece ancora più lugubre quando si udì in lontananza l’arrivo di fulmini e saette. Il temporale non concesse sconti, e pochi dei presenti riuscirono a portare in salvo i loro cari. Nel frattempo il vicino fiume Don si ingrossò sempre di più, e portò con sé molti dei corpi che erano rimasti nella vallata.

Dipinto sulla guerra degli Iroquois

Dipinto che raffigura la guerra degli Iroquois

I cadaveri non poterono quindi godere di una degna sepoltura. Si racconta infatti che quelle anime siano rimaste intrappolate nel letto del fiume. Diversi anni dopo venne costruita la metropolitana della tratta Sheppard-York Mills, proprio nello stesso identico luogo dove tempo addietro si lamentavano le anime di quei poveri malcapitati. Da quel momento, diverse persone giurano di aver assistito ad eventi inspiegabili. Durante un sopralluogo nel tunnel si riuscivano distintamente a sentire delle voci, e i testimoni pensarono che fosse un’altra squadra di esperti inviata per controllare che fosse tutto in ordine. Tra loro vi era un uomo originario del clan degli Iroquoism, che, mentre ascoltava quei lamenti, si bloccò tutto d’un tratto. Quando gli altri gli chiesero come mai l’avesse fatto, egli rispose che aveva udito una parola appartenente ad una forma arcaica del dialetto Iroquois, relativa ad una preghiera in onore dei defunti.

Toronto e le sue storie terribili mai dimenticate

Impauriti da quella rivelazione, fuggirono tutti a gambe levate. Altri racconti invece vedono come protagonista di questi oscuri accadimenti la stazione di Lower Bay, una tratta metropolitana ormai fuori uso (piccola chicca cinematografica: questa particolare tratta appare in diversi film, tra cui Matrix). Qui si aggirerebbe, secondo la testimonianza di molte persone, un’inquietante donna vestita di rosso, che è stata intravista aleggiare sui binari. Abbiamo voluto lasciarvi come ultima storia quella dei passeggeri fantasma. Nel lontano luglio del 2007, due amici stavano chiacchierando amabilmente in attesa che arrivasse il loro treno. Ad un certo punto, uno dei due ragazzi fu rapito da una strana e ipnotica visione: una coppia vestita in stile ottocentesco. Questa di certo non passava inosservata, poiché la donna indossava un cappello a falda larga con piume, un vestito lungo pieno di ricami elaborati, e degli adorabili stivaletti scuri.

La tratta metropolitana di Lower Bay

La tratta di Lower Bay

Il suo compagno, invece, aveva una giacca e un gilet neri, con scarpe molto lucide ed eleganti. I ragazzi salirono sulla loro carrozza, e quello che aveva notato i due piccioncini strambi non poteva smettere di domandarsi chi fossero. L’altro gli rispose che non sapeva di cosa stesse parlando, e che si stava chiedendo come mai da tempo il suo amico fissasse incessantemente il muro. Di certo noi un brivido lungo la schiena l’abbiamo sentito…e voi? Dopo diversi secoli, queste anime in pena continuano a frequentare la caratteristica metropolitana di Toronto, forse alla ricerca di qualcuno con cui parlare, o forse per trovare la tanto agognata pace che stanno cercando. Raccontateci anche voi delle vostre esperienze extra-sensoriali nella capitale canadese: i fantasmi di Toronto vi aspettano!

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

Toronto nell’ombra: le leggende della metropolitana ultima modifica: 2019-01-11T05:28:17+00:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top