NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itToronto

MITI E LEGGENDE STORIE

Gibraltar Point Lighthouse: una storia da brivido, ma non solo…

Gibraltar Point Lighthouse - un faro di notte

Luoghi dal fascino etereo e a tratti inquietante, i fari caratterizzano da sempre l’immaginario collettivo. Spesso al centro di storie fantastiche, rappresentano quasi dei rifugi dal mondo esterno, dove le leggi del reale non trovano collocazione. Tutto è immerso in un’atmosfera unica, in cui il passato e il presente sembrano sfiorarsi, ma mai incontrarsi davvero. Oggi vi parliamo della terribile leggenda che aleggia sul Gibraltar Point Lighthouse, una delle mete più agghiaccianti di Toronto!

Il Gibraltar Point Lighthouse: luci soffuse e orridi fantasmi

Gli abitanti nati e cresciuti a Toronto conoscono benissimo il Gibraltar Point Lighthouse, e la raccapricciante vicenda che gravita intorno alle sue vecchie mura. Tutti gli appassionati del paranormale e del brivido non possono perdersi una meta del genere, che sa spaventare anche in una calda giornata di primavera. Questo faro è il più antico della zona, infatti fu edificato nel 1808. La sua funzione era analoga a quella degli altri fari sparsi per il mondo: silenziosamente conduceva le navi verso il porto della città. Venne dismesso nel 1958, e in questi anni ha gelosamente conservato arcani segreti. Era presente durante la sanguinosa battaglia di York nel 1813, quando le navi americane invasero il distretto. Durante lo scontro l’allora guardiano del faro, J.P. Rademuller (un immigrato tedesco in Canada), rimase a Gibraltar Point per controllare le navi nemiche, ma non visse abbastanza per assistere alla fine della guerra.

Il Gibraltar Point Lighthouse, foto laterale

Il Gibraltar Point Lighthouse, veduta laterale

La sua morte si perde nell’oblio, poiché il guardiano fu spazzato via dalla grande falce in circostanze misteriose, il 2 gennaio 1815. Secondo la leggenda, Rademuller venne assassinato da due soldati che stavano bevendo la sua birra fatta in casa. Secondo altre versioni, invece, Rademuller fu ucciso dopo che i soldati ebbero acquistato la birra. Probabilmente, il freddo polare dell’epoca fece pensare al guardiano che senza alcol in casa avrebbe patito il gelo, e così volle riappropriarsi delle sue birre, scatenando l’ira dei gendarmi. La maggior parte dei canadesi, però, concorda sul fatto che Rademuller sia stato ucciso quella notte e smembrato dai suoi assassini, che hanno sparso le parti del suo cadavere in alcune tombe della zona. Si dice che il suo fantasma la notte continui a gridare invano, in cerca di rivalsa…

Il faro: una storia meno spettrale

Se il suo custode viene ricordato per una storia piuttosto spaventosa, il faro non può dire lo stesso. È stato oggetto di diversi avvenimenti, meno terribili però di quelli che hanno interessato i suoi abitanti. Venne battezzato Gibraltar in onore dell’omonimo punto geografico britannico ai margini del Mediterraneo. Fu John Graves Simcoe, primo luogotenente governatore dell’Ontario e fondatore della città di York, ad avere quest’onore. La torre venne costruita in pietra calcarea, attinta nella limitrofa Queenston. La luce nella parte superiore è stata sostituita diverse volte negli anni, ed inizialmente veniva alimentata con olio di balena. Solo successivamente, con l’avvento dell’elettricità, venne adoperata quest’ultima per accenderla. Il guardiano del faro Dedie Dodds la spense per la prima volta nel 1957. Tra i suoi guardiani, figurano i nomi di George Durnan e di suo padre, James, che vegliarono su Gibraltar Point dal 1832 al 1908.

Alcuni turisti fotografano il Gibraltar Point Lighthouse

Alcuni turisti fotografano il Gibraltar Point Lighthouse

Assistettero a moltissimi cambiamenti, soprattutto quando la città iniziò il suo sviluppo. Sempre più navi attraccavano nel porto di Toronto, e la penisola divenne un’isola quando una violenta tempesta separò completamente il banco di sabbia nel 1858. Le famiglie della zona si trasferirono allora sulla terraferma, e le isole divennero una meta estiva molto ambita. I guardiani del faro, come una sorta di custodi del destino umano, hanno assistito a tutti gli eventi che hanno caratterizzato questo magico luogo. Tuttora, sebbene il Gibraltar Point Lighthouse non sia più stato messo in funzione, continua ad avere un custode a vegliare sulle sue possenti mura. Manuel Cappel, anch’egli tedesco, è stato designato custode onorario dal 1999, quando si è offerto volontario per dimorare e proteggere questo enigmatico luogo.

Gibraltar Point Lighthouse: una storia da brivido, ma non solo… ultima modifica: 2019-03-01T10:30:21-05:00 da Marcella Calascibetta
To Top