NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itToronto

NEL MONDO STORIE

Toronto- Conflenti, la storia di Emilia che unisce due continenti

la coppia

Italiani a Toronto è il nome del nostro sito. Una grande comunità che popola la metropoli canadese. Di storie ce ne sono, quindi, a bizzeffe, ma oggi vogliamo raccontarvene una. Quella di Emilia Orlando e di suo marito Franco, italiani doc, che hanno vissuto a Toronto gran parte della loro vita.

La storia di Emilia

Emilia nasce a Conflenti, un piccolo borgo in provincia di Catanzaro, in Calabria. All’età di 16 anni conosce e si fidanza con Franco, anche lui calabrese ma già emigrato in Canada. Le storie di emigrazioni, a Emilia, non sono mai piaciute. I racconti di coloro che per necessità hanno dovuto abbandonare la propria famiglia e la propria terra, agli occhi della nostra protagonista sono sempre apparsi come tristi e malinconici. Eppure Emilia nel 1969 decide di partire. Il dolore per la scomparsa della madre, unitamente alla partenza di un fratello per Welland (nel sud-est del Canada) e alla presenza di Franco a Toronto, l’ha condotta lontano da casa. “Ricordo tutto di quel giorno, in particolare per due cose. Per la prima volta ho tagliato i capelli e per la prima volta ho indossato i pantaloni.” I capelli lunghi erano una moda all’epoca.

Franco Ed Emilia
Emilia a Franco, sullo sfondo le cascate del Niagara

Si portavano rigorosamente raccolti in chignon o trecce ordinate. Tranne in alcune occasioni, come ad esempio in segno di lutto. Le donne scioglievano i capelli e gli uomini non tagliavano la barba. “Io avevo da poco perso mia madre, avevo per molto tempo portato i capelli sciolti. Prima di partire li tagliai. Per la prima volta. E indossai un paio di pantaloni. Per essere più precisa, il giorno della mia partenza portavo un pantalone di velluto, una maglia bianca con collo alla coreana e un gilet.”

“How are you?” “I love you!”

Arrivata in Canada, Emilia si stabilisce a Welland, ricongiungendosi con un fratello e altri familiari. “Mi ricordo che appena arrivai feci subito la mia prima gaffe. Un amico di mia zia si presentò chiedendomi “How are you?”. Non volendo essere di meno, le dissi il mio nome e ricambiai la domanda. Ma invece di chiedergli come stesse, per assonanza, pronunciai un “I love you?”.

Emilia e la sua famiglia
Emilia e Franco con i due figli

Il matrimonio

Dopo un mese, Emilia sposa Franco e si trasferisce al suo fianco a Toronto. “Lui lavorava in un ristorante lussuoso frequentato da grandi artisti, al centro di Toronto. Io, invece, mi occupavo della casa e dei due figli nati dopo poco, Angela e Costantino. Ma la voglia di lavorare era tanta. Misi un annuncio su un giornale per lavorare come baby sitter. Ma non ha funzionato. Dopo poco andai a lavorare, dapprima in una lavanderia/stireria, e dopo in una calzoleria. Con il lavoro, però, ero costretta a lasciare i miei figli altrove. Gli dedicavo sempre meno tempo. Così, pensandoci bene, decisi di fare la mamma a tempo pieno.

Angela E Costantino
Angela e Costantino, figli di Emilia e Franco

La nostalgia di Emilia per l’Italia

La nostalgia per l’Italia, però, non ha mai abbandonato la nostra Emilia. L’amore per la sua terra e per la sua famiglia la portano, nel 1982, di nuovo a Conflenti. “Una volta ritornati nel nostro paese, abbiamo aperto una macelleria, venduta poi a un nostro amico, per acquistare un’altra attività. Ceduta quest’ultima, dopo un anno, Franco decise di riprendere il suo lavoro da chef in Canada e io rimasi qui con i miei figli.” Ma come si dice. Mai dire mai. Nel 2010 Emilia si ricongiunge, nuovamente, con Franco a Toronto. Lavora anche lei nello stesso ristorante in cui lavorava già suo marito fino al 2016, anno in cui i due fanno ritorno definitamente in Calabria. E Toronto? Beh, della città canadese restano un sacco di bei ricordi, nonché grandi amici che Franco ed Emilia sperano di poter rivedere al più presto concedendosi una bella vacanza!

Ringraziamo Emilia per questo splendido racconto e le auguriamo che possa, presto, far visita ad amici e parenti in Canada!

Toronto- Conflenti, la storia di Emilia che unisce due continenti ultima modifica: 2020-06-05T04:07:50-04:00 da Mariateresa Marotta
To Top