NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itToronto

CURIOSITA' NEWS

Le volpi nuove cittadine di Toronto… mamma, papà e cuccioli

volpe

Toronto è sotto il blocco del Coronavirus da metà marzo. Fin qui tutto normale direte voi. Ma giorni fa una folla si è radunata su una passerella che si affaccia sul lago Ontario. Come mai tutte queste persone erano raggruppate spalla a spalla col naso rivolto al di sotto di una recinzione? La risposta nasconde meraviglia. Tanto da affascinare anche The New York Times. Una famiglia di volpi ha preso residenza proprio alla sponda del lago.

Una famiglia di volpi ha preso residenza a Toronto

Se l’argomento principale del Paese, come dappertutto, era quello del Coronavirus, da qualche settimana l’attenzione si è spostata sulle volpi. Mamma, papà e i loro cuccioli. All’inizio rappresentava una semplice distrazione, qualche foto qua e là scattata dai passanti. Oggi, la famigliola è diventata una vera e propria attrazione. Alcuni fotografi si radunano al tramonto e all’alba per cercare di catturare le volpi circondate da meravigliosi giochi di luce. Ci sono state segnalazioni di persone che hanno accudito i piccoli della famiglia.  

Piccole volpi
Cuccioli di volpe

I poeti e filosofi di Toronto pensano che ci sia qualcosa di più dietro il fascino della città con la famiglia delle volpi. Animali selvaggi e liberi quando il resto del mondo si sente, attualmente, intrappolato. Sono vita, in questo momento di buio e offrono la speranza che forse possiamo superare questi momenti difficili. “Sono pieni di coraggio, pieni di ingegno, pieni di risorse e incessanti sforzi per sopravvivere“, ha dichiarato Al Moritz, un poeta di Toronto. “Hanno costruito la loro tana sotto l’affollata passerella nel quartiere Beach della città, a soli cinque miglia dal centro. In questo momento costituisce la mia unica, preziosa fuga quotidiana“. Ma quale sarà il destino di questa famiglia di volpi? Qualcuno sposterà la loro tana in un posto meno affollato e meno pericoloso?

Una tana sicura lontano da occhi indiscreti…

A Toronto, inoltre, una legge provinciale garantisce la protezione degli animali selvatici. A meno che questi non stiano distruggendo la proprietà privata, cosa che le volpi non stanno facendo. Gli operai della città hanno, quindi, costruito un recinto più grande intorno alla tana, estendendolo fino all’acqua. Poco dopo però sono intervenuti i volontari del Toronto Wildlife Centre, un ente di beneficenza locale che riabilita animali selvatici malati e feriti. Preoccupati che gli animali si stessero abituando al contatto umano e che, se avessero graffiato o ferito qualcuno, la città li avrebbe sottratti, sono scesi in campo.

Volpe
La volpe, un animale selvaggio non abituato alla vita in città

Hanno sostituito la recinzione lungo la passerella con una ancora più alta coperta da un panno verde. In questo modo le volpi stanno lontano da occhi indiscreti. I volontari, inoltre, hanno iniziato a fornire personale al sito per tenere sotto controllo la situazione. La città ha anche rinforzato le pattuglie nella zona. La principale preoccupazione, infatti, è per il benessere degli animali. Anche se, di norma, i canadesi hanno profondo rispetto e, al tempo stesso, paura degli animali selvatici, nel mezzo della pandemia, Toronto sembra fare un’eccezione per le volpi.

Le volpi nuove cittadine di Toronto… mamma, papà e cuccioli ultima modifica: 2020-05-19T09:13:36-04:00 da Mariateresa Marotta
To Top