NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itToronto

LO SAPEVI CHE

Crusca al posto della plastica? A Toronto è realtà

Cropped Stoviglie Biodegradabili.jpg

In un periodo in cui si discute tanto dell’uso/abuso della plastica, Toronto dà la sua personale soluzione al problema. Ecco spuntare la crusca come materiale per realizzare piatti e posate che rispettano l’ambiente. L’idea innovativa sta facendo il giro del mondo e potrebbe portare ad un grande e importante cambiamento per rivoluzionare la vita dell’uomo e soprattutto quello della natura che lo circonda, sulla terraferma e nei mari. Scopriamo insieme a chi si deve questa novità e quali vantaggi porta con sé.

Un nuovo alleato della natura

Fino ad oggi abbiamo sentito parlare della crusca di grano come alimento salutare per l’uomo. Aiuta nei processi digestivi ed è ricca di nutrienti e fibre. Sembra sia indicata nella lotta al colesterolo, al diabete e ai problemi intestinali. Ma questo alimento così utile per il nostro metabolismo che cosa ci fa a Toronto in un grande meeting internazionale? Tralasciate per un attimo le sue proprietà per l’organismo, in Canada si è ufficialmente scoperto che sono ottime anche per l’ambiente. E la crusca sotto una veste completamente diversa è stata presentata al Green Living Show di Toronto.

Stoviglie in Crusca di grano
Le stovoglie realizzate in crusca di grano sono la grande novità realizzata da Biotrem

Durante questa manifestazione svolta nella metropoli canadese, la Biotrem, azienda polacca, ha introdotto la crusca di grano come alternativa della plastica. Piatti e posate in plastica sono quindi diventate le protagoniste dell’evento, incuriosendo i presenti e riscuotendo molti consensi. L’azienda ha deciso di presentare il suo prodotto proprio in occasione del festival come soluzione innovativa per cambiare stile di vita e trasformarlo da malsano a sano, da inquinante a sostenibile.

Plastica e crusca di grano a confronto

Ma cosa spinge la Biotrem a produrre materiale in crusca di grano per eliminare pian piano la plastica? i motivi sono evidenti e vanno tutti a favore dell’ambiente. Perchè? Posate e piatti in crusca sono biodegradabili e si smaltiscono in pochissimo tempo. Con le dovute tecniche impiegate diventa molto robusto e gli studi condotti nel settore alimentare dimostrano che mantiene perfettamente la temperatura del cibo, caldo o freddo. I vantaggi sono evidenti e, da un confronto diretto la plastica, quest’ultima ne esce di certo sconfitta. Innanzitutto è un problema di smaltimento. Sappiamo bene quanto ci voglia per smaltire piatti, bicchieri e posate in plastica nell’ambiente!

I piatti in crusca di grano realizzati da Biotrem
In crusca di grano si possono realizzare piatti e posate per sostituire la plastica

Ma ciò che sconvolge di più è apprendere che basta appena un mese per eliminare le stesse stoviglie in crusca di grano. In un attimo si potrebbe diminuire notevolmente uno dei più grandi problemi che al momento crea enormi rischi all’ambiente in cui viviamo. La produzione di questi materiali così innovativi non richiede neanche troppi sforzi. All’evento di Toronto un dato ben accentuato dall’azienda produttrice è stato proprio ufficializzare che con una tonnellata di crusca si possono realizzare ben 10.000 prodotti! Un vero e proprio salto di qualità anche nei costi e nella manodopera del settore. Il mondo sarà pronto per questa novità? Staremo a vedere! Nel frattempo però è un sollievo sapere che ci sono soluzioni ambientaliste che mirano a migliorare veramente il nostro stile di vita. Diamo dunque il benvenuto a forchette e coltelli in crusca nella nostra tavola!

Crusca al posto della plastica? A Toronto è realtà ultima modifica: 2019-06-28T09:22:34-04:00 da Cristina Fontanarosa
To Top