NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itToronto

COSA FACCIAMO EVENTI

Toronto Light Festival: si accendono le luci per riscaldare i cuori

Toronto light festival: il distillery district

Si accendono oggi le luci del Toronto Light Festival. Giunto alla quarta edizione, è diventato un appuntamento fisso dell’inverno torontoniano. Nacque con lo spirito di creare un ambiente magico, speciale e, soprattutto, luminoso in un mondo di oscurità e negatività. Un angolo della città che per 45 giorni s’illumina dei colori più belli emanando positività e serenità. Un festival che stimola chiunque a uscire di casa, anche se con 20 gradi al di sotto dello zero, per trovare calore nelle stradine accese del Distillery District. Un viaggio visivo, un’avventura sensoriale e divertente. Un modo per raggrupparsi e sfidare, in un certo senso, i mesi più freddi e bui dell’anno.

Distillery District durante il toronto light festival

Dove e quando

A partire da oggi, 17 gennaio, artisti della luce canadesi e provenienti da tutte le parti del mondo illumineranno le facciate di 44 palazzi della Mill Street del Distillery District, con delle vere e proprie opere d’arte. Proiezioni di luci e colori ideate per riscaldare e cuori e rallegrare i volti e gli animi dei visitatori. Sarà possibile ammirare questi giochi di luci tutti i giorni fino al primo marzo. Si aspetta il calar del sole, quando il cielo imbrunisce e l’atmosfera diventa sempre più magica, per accendere le luci. Da domenica a mercoledì saranno accese fino alle 21, mentre da giovedì a sabato per un’ora in più. Lo storico quartiere di Toronto, quindi, per oltre un mese diventerà una galleria a cielo aperto che tutti, grandi e piccini, potranno visitare gratuitamente. Le notti d’inverno nella metropoli Canadese non possono essere più luminose e calde di così.

Light games: toronto light festival

Gli artisti del Toronto Light Festival 2020

L’anno scorso sono stati 22 gli artisti che hanno partecipato alla terza edizione. Sono arrivati da varie città del Canada e dei vicini Stati Uniti. Ma anche dalla Russia, dai Paesi Bassi, da Israele e dalla Turchia. Dalla Germania, dall’Austria e dalla Svezia. E quest’anno? Giusto oggi sono stati svelati i nomi dei partecipanti. Ve li riveliamo subito. Dall’Australia arriva lo studio artistico Amigo & Amigo, diretto da Simona Chua. La sua abilità sta nel trasformare un ambiente in un’esperienza memorabile, coinvolgendo attivamente lo spettatore. Australiani sono anche Zara Pasfiel & Renzo B Larriviere che combinano luci e cinetica per delle opere d’arti eleganti e interattive. Direttamente dai vicini States arrivano Chad Rice che ci ingloberà con i suoi disegni in 3D e Chad ‘Fez’ Gaetz che ci trasporterà, invece, in un ambiente che ha del surreale. Statunitensi sono anche altri tre partecipanti.

Luci

Parliamo di Lindsay Glatz+Curious Forms che, attraverso le proprie opere, cercano di coinvolgere e stimolare gli spettatori. Poi Chris Carnabuci che presenterà la sua Mariposita. E, infine, Abram Santa Cruz che mescolando tecnologie, interazioni fisiche e ambientazioni in 3D coinvolge in ruoli attivi e passivi gli spettatori. I Lumus Instruments giungono, invece, dai Paesi Bassi. Le loro creazioni combinano disegno, architettura e tecnologia. Dallo stesso paese Europeo arriva Toer con le sue sperimentazioni che hanno davvero del fantastico. Squidsoup, dal Regno Unito, con tecnologie digitali crea esperienze da vivere. Tra i canadesi che partecipano quest’anno c’è lo Studio Rosenblatt che porta i suoi messaggi di amore e pace e Lumatronic, 4tress Fabrication and Olivia Coombe.
Non perdetevi per niente al mondo l’inaugurazione del Toronto Light Festival 2020. Stasera, al calar del sole, le luci del Distillery District si accendono per illuminare i vostri volti, per riscaldare i vostri cuori.

Immagini: dalla pagina facebook Toronto Light Festival

Toronto Light Festival: si accendono le luci per riscaldare i cuori ultima modifica: 2020-01-17T09:00:00-05:00 da Serena Villella
To Top