PAESAGGI SPAZI VERDI

Toronto Islands, un must per chiunque visiti Toronto

Toronto Islands.. Ciliegi in fiore a Centre Island.

Con il nome Toronto Islands si conosce una catena di piccole isolette che spuntano dal lago Ontario. Un tempo chiamate Islands of Hiawatha o anche Menecing, termine in lingua Ojibwa che significa sull’isola, sono un’altra delle imperdibili attrazioni della città di Toronto,  un must per i visitatori.

La formazione delle isole

Un tempo, le isole non erano altro che una lingua di sabbia che si estendeva dalla terraferma per circa 9 km; striscia di sabbia costituita dai depositi alluvionali derivati dall’erosione del Scarborough Bluffs, a cui il fluire del fiume Niagara diede forma. Nella seconda metà dell’800, alcune tempeste spartirono questa striscia creando dei canali. La penisola orientale cominciò a essere chiamata Toronto Islands mentre la parte orientale assunse il nome di Isola dei pescatori. L’uomo non tardò a intervenire ingrandendo l’area e iniziando a costruirvi.

Le isole oggi

Attualmente l’arcipelago occupa una superficie di circa 330 ettari.
L’isola principale è chiamata Centre o Toronto Island e ha la particolare forma a mezzaluna. La parte orientale di quest’isola è conosciuta come Ward’s Island. Altre isole maggiori sono, Middle Island, Algonquin e Olympic. Tra le isole minori, invece, ci sono: Mugg’s Island; Forestry Island; Snake Island; South Chippewa Island; South Island; RCYC Island. Le isolette più piccole sono Doughnut Island in Long Pond, e l’altra a volte chiamata Hanlan’s Island, nel Lighthouse Pond.

Toronto Islands, una zona verde con alle spalle la veduta della città

Zona verde delle isole e lo skyline della città sullo sfondo

La comunità e i servizi

La popolazione dell’isola è spartita in circa 300 case divise tra Ward’s Island e l’isola di Algonquin.
Gli studenti possono frequentare la scuola pubblica situata a Gibraltar Point. Nello stesso posto ha sede l’Artscape Gibraltar Point, un comprensorio di 15 studi, tra cui uno studio di registrazione, in cui lavorano artisti, pittori, ceramisti, scultori, musicisti, compagnie teatrali.
Ad Algonquin Island ha, invece, sede la fondazione non-profit Waterfront Montessori Children’s Centre. È un asilo nido per bimbi gestito da genitori.
Se si vuole seguire una celebrazione religiosa, ci si può recare su Centre Island. Lì si trova la St. Andrew-by-the-Lake Church, una chiesa anglicana in stile gotico-medievale costruita nel 1884.

Come raggiungere Toronto Islands?

Le isole possono essere raggiunte tramite dei ferries che salpano da Queen’s Quay. I traghetti viaggiano tutti i giorni dalle 6:30 alle 23:30. Durante la traversata, che dura 15 minuti, si possono ammirare le isole da un lato e la città di Toronto dall’altro.
Il prezzo di un biglietto andata e ritorno si aggira, per gli adulti, intorno a 7$, mentre gli studenti e gli anziani possono godere di uno sconto.

Toronto Islands. Veduta della città da una canoa

La città vista da una canoa

Perché visitare Toronto Islands?

Ecco i motivi per i quali, se ti trovi a Toronto, non puoi non visitare l’arcipelago.
Sono il luogo ideale in cui rilassarsi e passare del tempo in famiglia, lontano dal ritmo frenetico della città. Tra parchi, giardini e spazi verdi, c’è l’imbarazzo della scelta per il posto in cui fare un pic-nic.
Sei appassionato di fotografia? Le foto più belle e mozzafiato della città di Toronto si possono scattare da Centre Island Pier, un belvedere dotato di binocolo. I grattacieli della Downtown, lo skyline della città, la CN Tower saranno i soggetti del tuo book fotografico. A Gibraltar Point si trova il faro più antico dei Grandi Laghi nonché uno degli edifici più antichi di Toronto. Fu costruito nel 1808. Centre Island ti offre la possibilità di smarrirti nel piccolo labirinto di piante sempreverdi di William Meany Maze.

Toronto Islands. Una spaggia delle isole.

Una spiaggia di sabbia bianca delle Toronto Islands

Sport e avventura

Vuoi fare un po’ di sport all’aperto? Le Toronto Islands hanno la soluzione anche per questo. Ci sono campi da pallavolo, calcio, tennis. Puoi fare jogging negli ampi spazi verdi. Oppure un giro per Centre Island con una bicicletta a 4 posti che puoi affittare vicino al molo. A Ward’s Island puoi giocare a frisbee golf, utilizzando i 18 cestini a catene attaccati a dei pali lungo i sentieri.
Potrai far scatenare i tuoi bimbi nelle oltre 30 giostre nel parco tematico Centerville. E tu non puoi perderti l’adrenalinica gara del cigno.
Se ami l’avventura puoi attraversare il ponte che collega Ward’s Island con Snake Island. O partecipare alla International Dragon Boat Competition, una gara su delle canoe a forma di Drago che si tiene nella seconda metà di giugno.

Voglia di mare

Hai voglia di mare? Alle Toronto Islands puoi esaudire anche questo desiderio. Centre Island Beach, Gibraltar Point Beach, Hanlan’s Point Beach e Ward’s Island sono le spiagge accessibili. Se non sei coraggioso abbastanza da tuffarti nell’acqua fredda del lago, puoi sempre abbronzarti un po’ con un bel cocktail in mano. Non vuoi che ti rimangano i segni del costume addosso? Beh vai alla spiaggia per nudisti di Hanlan’s Point.

Serena Villella

Autore: Serena Villella

Serena di nome e di fatto. Appassionata e paziente.
Una laurea triennale in Lingue Moderne e una specialistica in Interpretariato e Mediazione Interculturale.
Amante della vita e irrimediabile sognatrice.
“Vedo orizzonti dove gli altri disegnano confini”.

Toronto Islands, un must per chiunque visiti Toronto ultima modifica: 2019-02-22T10:30:38-04:00 da Serena Villella

Commenti

To Top